domenica 29 gennaio 2012

Doppia soddisfazione!

Cosa mi piace veramente?
Il classico o il moderno, la formalità o l'originalità, i colori o le forme, il bianco o il nero, ...
Sono alcune domande che ultimamente mi  sto facendo.

foto dal web
Il fatto è che in questo periodo mi sento piuttosto confusa, 
sono in morfing, bé proprio in trasformazione no, per lo meno non esteriore,
ma sento il bisogno di rinnovarmi, di esprimere me stessa in modo più pieno e vero.

Colgo l'occasione per  parlarvi un po' di me
pubblicando il premio che Francesca del blog Kilara creation mi ha assegnato


Infatti è previsto che chi riceve il premio debba raccontare 7 cose di se.
Naturalmente la parte più interiore di me non cambia, 
i sentimenti sono sempre gli stessi, quindi:

- Non sopporto le ingiustizie e sono pronta a difendere chi le subisce
    (a volte anche rimettendoci personalmente).
- Mi piace stare in compagnia, anche nei momenti di lavoro, 
(la collaborazione stimola la mia creatività).
- Uscire e stare in mezzo alla natura mi rilassa e mi ricarica di energia.

appennino tosco-romagnolo
- Amo ogni forma d'arte, espressa nei modi più svariati, 
dalla pittura alla musica, dal ricamo all'architettura.
-Non sopporto le costrizioni e le etichette 
(sarà per questo che anche ora sento il bisogno di rinnovarmi).
- Non sono gelosa e non mi piacciono le persone gelose 
(anche questa è una limitazione alla libertà).
- Amo gli animali purché siano a sangue caldo,
 quelli striscianti mi fanno rabbrividire!

foto dal web

Francesca grazie ancora!
Bene, ora il premio prevederebbe la nomina di altre 15 persone, 
ma come si fa a scegliere?  
Quindi, ben volentieri passo il testimone a chi mi segue 
lasciandomi i suoi graditissimi commenti,
ragazze mi farà molto piacere scoprire qualche altro particolare della vostra personalità.

Ma il post non finisce mica qui...

ora vi mostro la foto che mi ha passato Elisa del blog Le mani di Elisa,
ne sono molto orgogliosa,

foto di Elisa questo è il primo quadernino che sua figlia di 8 anni ha fatto
seguendo le mie istruzioni
 (che avevo pubblicato QUI), è stato il primo e le così piaciuto che ha continuato a farne altri!
 
Tantissimi complimenti, sei stata super brava!!!

Un caro saluto a tutti,
Marina

giovedì 26 gennaio 2012

Ancora un collana di lana

Ma quanto mi piacciono le collane di lana?!
Ne ho finita un'altra e oplà, eccola catapultata sul blog.


Ancora una collana grigia?
Ebbene si, anche questa è nei toni del grigio, 
cosa vi devo dire? 
Sarà il mio periodo "grigio"!


Sempre in parte lavorata ai ferri ed in parte all'uncinetto, 
ma allora sono proprio monotona!
Chissà, forse con l'allungarsi delle giornate,
l'aumento della luce, 
l'avvicinarsi della primavera,
potrei anche aver voglia di cambiamenti.

Un caro saluto a tutti,
Marina

martedì 24 gennaio 2012

Detto, fatto: ecco il quadernino!

Tramite l'associazione CNA di Forlì ho l'occasione di partecipare al progetto "Detto, fatto!". 
I bambini delle elementari incontrano gli artigiani e con la loro guida fanno dei piccoli lavori manuali.
La settimana scorsa ho incontrato le prime due scolaresche, dei bimbi di 3^ elementare.
Dato che le due classi stanno leggendo la favola di Pinocchio, con le insegnanti abbiamo concordato di preparare dei quaderni decorati con soggetti legati alla favola.


Ora vi mostro l'intero procedimento per la realizzazione del quadernino.


Si parte ritagliando in formato A5 due fogli di cartoncino abbastanza spesso


che poi si forano con l'attrezzo apposito, utilizzando come guida dei normali fogli A5 preforati.

Si prende del tessuto robusto (va molto bene quello da tappezzeria) e si ritagliano due pezzi lasciandoli leggermente più abbondanti rispetto alla dimensione dei cartoncini.

Spalmiamo la colla vinilica su un lato del cartoncino e lo appoggiamo sul rovescio del tessuto facendolo aderire, ripetiamo l'operazione anche per il secondo pezzo.

Aspettiamo che si asciughi la colla e nel frattempo prendiamo le sagome del disegno che decorerà la copertina frontale, le appoggiamo su del feltro e ne ripassiamo il contorno con un pennarello, ritagliamo le sagome.

Prima di applicare le sagome sulla copertina, bisogna ritagliare l'eccesso laterale della stoffa e forare con delle forbici appuntite il tessuto in corrispondenza dei fori del cartoncino (quest'ultima operazione, con le forbici appuntite, non va fatta dai bambini naturalmente!).

Facendo attenzione al verso della copertina, si applicano le sagome precedentemente bagnate con la colla (i fori devono essere alla nostra sinistra), per prima la sagoma della balena in posizione centrale, a seguire le onde del mare sotto e lo spruzzo d'acqua sopra.

A questo punto prendiamo del nastro e ne tagliamo un pezzo lungo circa 55 cm.

Assembliamo le parti del quaderno: copertina frontale, fogli interni e retro copertina, i fori devono essere allineati in modo da consentire l'inserimento del nastro e per rendere più facile l'operazione useremo un passanastro o un ago da lana molto grosso (il mio è di plastica perfetto per i bambini).

Prima di legare il nastro e fare il fiocco, apriamo il quaderno, in questo modo avremo la giusta tensione del nastro che consentirà di aprire facilmente ogni volta le pagine.
Ed ecco fatto il nostro quadernino!


Queste sono le due decorazioni che ho preparato: la balena e Pinocchio.

Per motivi organizzativi e di privaci non ho potuto fare delle foto in classe ai bimbi,
ma vi posso assicurare che  hanno preso molto seriamente questo impegno e portato a termine con ottimi risultati il loro compito.
Chissà se qualcuno di loro farà l'artigiano?!


A voi tutti un caro saluto,


Marina


                                                          Con questo post partecipo a:


                                                    da Mammabook: raccolta di idee

lunedì 16 gennaio 2012

Brrr che freddo!

Mamma mia, le temperature che la settimana scorsa sembravano 
troppo alte ora si sono abbassate drasticamente, 
è arrivato il gelo,
ma d'altronde siamo in inverno!
foto dal web
Quindi copriamoci ben, bene, 
io sono il tipo che quando esce di casa si copre 
talmente tanto 
da lasciare in vista solo la punta del naso, 
pronta per affrontare il ghiaccio ed il gelo!


foto dal web

Dunque, tanto per avere la sensazione del tepore,
 oggi ho pensato di pubblicare un po' di foto riguardanti 

i miei lavori con la lana,
 in particolare scalda-collo e le collane.
Oltre agli scalda-collo fatti col telaietto e con l'uncinetto a forcella, 
che vi avevo già mostrato QUI e QUI 
ne ho  preparati altri che sono in parte lavorati ai ferri ed in parte all'uncinetto.

Scalda-collo in ciniglia color panna (che 
già avevo utilizzato per la sciarpa fatta con la forcella),
qui rose all'uncinetto e  foglie ai ferri.


Ancora scalda-collo con filato di lana grigio perla 



Collana tutta sui toni del grigio,
 decorata con fiori fatti all'uncinetto e foglie ai ferri, 
per la collana ho sperimentato un punto fatto con l'ago, 
non mi chiedete come si chiama perché non lo so!


Scalda-collo fatto ai ferri con fiori e foglie all'uncinetto;
  ho lasciato dei fori per poter inserire una coulisse e
i tre piccoli fiori sulla destra fungono anche
 da bottoni per la chiusura.



Avevo preparato anche altre collane che purtroppo
 non ho fotografato, 
ma che ora abbracciano morbidamente il collo delle loro
 nuove proprietarie e questa è una bella soddisfazione!

Per oggi è tutto e dalla mia nuova postazione, 
(dimenticavo di dirvi che ho trasferito il mio laboratorio), 
vi mando un caro saluto,

Marina


foto dal web



P.S.
Mi scuso per la mia assenza dai vostri blog, 
ma il trasloco del laboratorio, 
anche se solo dalla mansarda ad un'altra stanza di casa mia,
mi ha assorbito un sacco di tempo ed energie, 
spero di recuperare presto!

giovedì 5 gennaio 2012

Borse romantiche o borse country?

Il mio primo post del 2012 vede come protagoniste le borse,
potrebbe essere un'allusione alla condizione economica in cui ci ritroviamo?
Saranno borse vuote o piene?
Glissiamo e torniamo al tema...

La mia vena creativa ha dato forma a queste borse invernali. 
Uno dei miei modelli preferiti è il secchiello
che in questo caso ho fatto con un tessuto di lana tipo Loden color bruciato
abbellito da una grande rosa in feltro beige, 
il manico è in cuoio marrone con un particolare intreccio a spina di pesce. 


Questa borsa dal taglio a shopper è in due materiali, 
tessuto prince of Walles goffrato ed  feltro bordò, 
che ho riutilizzato in parte per le roselline della decorazione, 
i due manici sono di pelle fissati alla borsa con moschettoni ad anello color bronzo. 


Un altro modello accattivante è la borsa con pattina,  
qui con un tessuto di lana tipo Loden color verde muschio, 
per la decorazione ho fatto quattro boccioli di rosa 
intercalati da fiori semplici e foglioline tutti in feltro, 
il manico è in cuoio sempre color verde 
fermato con due importanti moschettoni color bronzo.


Ancora una grande rosa rossa con due boccioli decora questa shopper
 in panno di lana color cammello, 
ancor di più impreziosita da una piccola bordura di pizzo, 
i manici (che nella foto non si vedono)  sono in pelle color beige,
 fermati con moschettoni ad anello color bronzo.
Mi piace l'odore del cuoio che emanano questi manici!


Per ultimo questo secchiello dal decoro particolare, 
una foto anni '30 che ho stampato su tessuto  
(come già vi avevo anticipato nel precedente post), 
incorniciata da un bordino e da un fiore di pizzo,
i manici sono in pelle color beige.


Buon proseguimento...

Cari saluti,
Marina